martedì 16 luglio 2013

ELVIS PRESLEY (Goldman) - Libro

ELVIS PRESLEY

di Albert Goldman

pubblicazione "Oscar Mondadori Editore" - Milano 1983
Codice barre 0023750-3
610 pagine - nessuna foto - copertina fotografica a colori -
(traduzione di Annalisa Baldassarrini Rancati, del titolo originale "Elvis" - 1981)
Prezzo di copertina Lire 8.000 (€ 4,13)

"La più completa, sorprendente  storia di Elvis mai raccontata. Tre anni di ricerche, oltre 600 interviste e un'approfondita analisi psicologica per mettere a fuoco la vita dell'ultimo sogno americano. Gli anni di Memphis, la scalata al successo, le intuizioni musicali, la personalità travolgente e sensuale, la trasformazione da cantante a simbolo di un'intera generazione, di una ricerca di nuovi valori, di un'inquietudine che ha trovato risposta solo nell'improvvisa morte. Elvis è passato come una meteora ma è diventato subito leggenda. Alber Goldman ci dà la possibilità di conoscere, per la prima volta, tutta la sua storia. Gli amici e i nemici, le ambizioni, la decadenza, le paure, gli anni di trionfo e quelli del misticismo esasperato, il denaro, la necessità di essere amato, l'autodistruzione. Elvis ha lasciato dietro di sé molte domande. Questo affascinante libro è nato con lo scopo di cercare, per tutte, una risposta." 

8 commenti:

  1. Carissimo Donny, tu insieme a Roberto siete il nostro orgoglio nazionale !!!
    LA bandiera di ELvis vola in alto con voi !!!!
    La biografia di Goldman ce l'ho...anche se al momento dell'acquisto e per tanti anni ancora per me era un "cimelio" e non una schifezza a detta di molti...
    Ero e sono così innamorata di Elvis che nessun pettegolezzo potrebbe mai intaccare il mio amore per lui !
    W Donny !!! :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima amica mia. Guarda che anche tu, coi tuoi unici video, insieme ad altri, state facendo un'ottimo lavoro, che va a completamento dei nostri blog. Direi proprio che tutti insieme siamo una bella "compagine" che riesce a tenere alta la "bandiera" del nostro Elvis, poichè quello che facciamo non è per sola pura passione, ma vero ed inataccabile (come dici tu) "AMORE" !!! Un abbraccio forte.

      Elimina
  2. Devo dire di conoscere praticamente a memoria questa biografia, anche se la detesto profondamente. Il libro contiene verità e tantissime inesattezze, ma quello che rimprovero all'autore è il fondamentale disprezzo del personaggio trattato. Descrivendo l'autopsia si spinge a scrivere "mentre Elvis veniva tagliuzzato", "Elvis piangeva" diventa "Elvis belava" e così via. Non sto difendendo a spada tratta l'artista che amo, sul libro definito "mostro grottesco", ma condannando l'operato di un biografo poco serio.

    Quanto al lavoro che portiamo avanti noi bloggers, sono d'accordo con Donny, stiamo dando tutti un notevole contributo! Tutti, nessuno escluso! Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Goldman è stato si troppo "severo", seppure con alcune verità scomode, ma bisogna sempre considerare che Elvis, il più grande mito della storia, era pure un'uomo: un'essere umano che doveva confrontarsi ogni giorno col suo enorme successo. Egli fu sfruttato fino all'osso, e per questo aveva alti e bassi nella sua vita personale (come tutti gli uomini del resto). Quindi anche Elvis ha avuto i suoi "difetti", ma ha anche avuto tantissimi pregi che posso capire ed ascoltare giorno dopo giorno con la sua musica, la sua voce ed il suo unico stile.

      Elimina
  3. Caro Donny, forse non mi sono spiegato bene. Io non sono proprio il tipo che nasconde i difetti di Elvis, che sono evidenti. Goldman non è stato solo severo, questo sarebbe stato il minimo e ognuno può dire la sua, ci mancherebbe! A darmi fastidio è la mancanza di rispetto per la persona, che può essere Elvis o chiunque altro, per me è indifferente. Ripeto, frasi come "mentre Elvis veniva tagliuzzato a Memphis" o "Elvis belava", e sono soltanto due esempi fra tanti, non denotano severità ma disprezzo. Un abbraccio amico mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby, avevo ben inteso le tue spiegazioni e motivazioni più che valide e pienamente condivise dal sottoscritto! La penso proprio come te; per qualsiasi persona! Decisi di etichettare Goldman come "severo" (tra le virgolette") per non abbassarmi al suo livello con espressioni denigratorie quanto lo sono state le sue. E' scontato sapere che non è possibile incontrare solo i fans che amano Elvis e la sua musica. Ma accetto anche questi, poichè non sono stati capaci di vedere oltre i difetti dell'essere umano... Un abbraccio anche a te, caro amico!

      Elimina
  4. Andrea Catozzi29 luglio 2013 11:20

    Questo libro è una porcata colossale. Quel verme di Goldman era specialista nello scerivere biografie scandalistiche dopo la morte di una star.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea, come hai potuto leggere dai precedenti commenti, coloro che hanno letto questo libro, così come te, hanno esternato il proprio disprezzo per le parole adoperate dall'autore (Goldman). Ma, come ho già detto sopra, non tutte le persone possono amare Elvis! Sappiamo benissimo tutti i commenti (negativi) su Elvis, che arrivavano dalla stampa, da alcune emittenti radiofoniche, dai conduttori televisivi (Milton Berle...) ed anche da cantanti famosi (Frank Sinatra...); soprattutto agli inizi della sua carriera (l'inizio del Rock'n'Roll). Il fan, quindi, deve mettere in conto l'esistenza delle persone del calibro di Goldman, ed è bene sapere il loro pensiero per prenderne le relative distanze.. Grazie della visita, a presto, Donny.

      Elimina