lunedì 26 gennaio 2015

Elvis e Sinatra, Il mito e la voce - trasmissione TG2 insieme


Eccovi allegato il link https://www.youtube.com/watch?v=XCbzOVxCFGg per rivedere una trasmissione dedicata a due grandi cantanti americani come ELVIS e SINATRA, andata in onda lo scorso Venerdì 23 gennaio 2015, RAI2 TG2 insieme, intorno alle ore 10:00.

Nella trasmissione mattutina si è ragionato, con un parziale confronto, sui due protagonisti; "La Voce" e "Il Mito", seppure non privo di dimenticanze ed inesattezze raccontate dagli esperti presenti in studio ("Elvis non ha mai cantato fuori dagli USA"... - Ancora! Ed il Canada? -).

Buone, anche se note, le immagini che venivano mandate in onda sul videowall e sugli schermi allestiti nello studio.

Non è mia intenzione commentare più di tanto le performance del "cantante/sosia" di Elvis quale invitato speciale: l'ormai noto italo/canadese JOE BAVOTA.

Durante la trasmissione, durata comunque 40 minuti (e di questo ne diamo atto che finalmente ogni tanto si ricordano di questo mitico performer), ci fa ascoltare alcune interpretazioni canore eseguite con "vera consapevolezza di grande imitatore"....una vera incarnazione del Re del Rock'n'Roll???

Ascoltate bene le parole, i toni e l'arrangiamento di queste canzoni:
- LOVE ME TENDER
- MY WAY
- CAN'T HELP FALLING IN LOVE
- ALWAYS ON MY MIND

A voi ogni ulteriore commento.

8 commenti:

  1. Elvis e' talmente grande che NESSUNO lo può' imitare neanche lontanamente, con tutto il rispetto per altri che cantano !!!!!!!!! Grazie per aver postato il link, un'abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai pefettamente ragione...forse e' per questo motivo che non apprezzo molto questi "imitatori"!!! Grazie a te per la costante ed apprezzatissima presenza!

      Elimina
  2. Meglio che non commento... Comunque grazie infinite per le sempre puntuali segnalazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanto leggo sono diversi i fans di Elvis che si astengono dai commenti. Evidentemente qualcosa non va, visto che la pensiamo allo stesso modo! Grazie anche a te Roby per le tue attenzioni nel leggere e commentare sempre i post di questo blog.

      Elimina
  3. Ciao carissimo Donny! E' un piacere incrociarti, soprattutto qui sul tuo bel blog! :-)
    Allora Joe Bavota, a mio avviso, nonostante le sue buone maniere, mi risulta piuttosto penoso. Sia nelle sue performances che nel suo modo di sottomettersi al cospetto degli intellettualoidi ed opinionisti molto raffazzonati.
    Certa gente crede di conoscere e commentare Elvis dopo aver letto semplicemente due o tre pagine su di lui in qualche dizionario preso a casaccio...
    Come prima cosa dire Elvis e parlarne in generale è davvero riduttivo.
    Elvis è un artista che ha abbracciato Musica, costume, arte, società, moda, storia.
    E' stato il prima artista al mondo a segnare un'intera epoca, il primo artista a creare un look personalizzato, a smobilitare l'intera macchina del business sul piano mondiale, la prima icona a dettare moda e stile ad intere generazioni fatta di artisti e gente comune. Tutti hanno preso da lui qualcosa. E' stato il primo artista e direi UNICO a cantare tutti i generi musicali ad altissimo livello ed è stato UNICO ad entrare in ben quattro Hall Of Fame: rock, gospel, country e rockabilly. Milioni di fan club sparsi in ogni angolo del globo che ricordano la sua memoria attraverso festival e celebrazioni. Elvis ha rotto barriere nel mondo fatte di preconcetti e falso perbenismo, di razzismo e snobismo.
    Elvis dunque ha segnato l'inizio dell'era moderna della musica e tanto altro ancora....
    Tutto questo con tanti fatti a portata di mano, vogliamo attenerci a commenti spiccioli a volte miserevoli di opinionisti improvvisati?
    Devo dire con molta benevolenza di aver riscontrato un timido sforzo da parte di questi intellettualoidi a riconoscere in Elvis, la sua grandezza...
    Ma solo apparentemente, perché nelle libere considerazioni è venuto fuori il loro vero punto di vista:
    Sinatra è quello normale, Elvis è quello eccessivo, fatto di lustrini e borchie, arrivando a definire i suoi Jumpsuits "americanate"...
    Poi per far vedere di saperla lunga, si sono riempiti la bocca di parole spesso sensa senso e dividere l'Elvis delle due maniere
    anni '50 e anni '70 (cioè quello delle buffonate). STOPe l'analisi è finita.
    Elvis è stato definito "bel ragazzotto" che non sentivo dai tempi di Arbore, altro profondo e "sapiente" conoscitore di Elvis, per sottolineare le sue umili radici contadine, come dovesse vergognarsene...invece di rappresentare un ulteriore elemento di orgoglio e vittoria per essere arrivato fin sulla vetta, lì dove nessuno mai è riuscito ad arrivare. NESSUNO.
    Tornando al Bavota, personalmente l'ho sentito stonare ma ciò che di lui più mi ha infastidito è stato il suo rispondere rarissimamente alla ca@@ate degli intellettualoidi quasi sottovoce, quasi a chiedere scusa, invece di mettere in chiaro le tante inesattezze dette.
    Qunado si sono azzardati a definire gli Jumpsuits "americanate" alias buffonate...perché non dire che ne indossò uno ad esempio Il 14 gennaio 1973 in Aloha From Hawaii, trasmesso in mondovisione via satellite (il primo della storia e fatevi un flash), raggiungendo un pubblico stimato di un miliardo e mezzo di telespettatori sparsi in più di quaranta paesi!!!
    Caro Donny non farmi continuare che poi mi toccano i nervi....e poi finisco col riempirli di parole degne di loro...


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Katia ci hai lasciato un Signor commento!!! E' comprensibile che per noi veri fans ce n'è tanto da discutere sui commenti fatti da quegli "intellettualoidi" che credono di sapere sempre tutto. Non posso aggiungere nulla di più a quanto hai già scritto tu; sei stata molto chiara, precisa e diretta. Condivido pienamente quanto asserisci. I tuoi nervi Elvisiani sono proprio come i nostri; saltano facilmente quando si vedono e sentono certe "castronerie"....
      Grazie di aver trascritto i tuoi pensieri che, credo, siano pienamente condivisibili da tutti i fans.

      Elimina
  4. Da me sono certamente condivisi, grazie Katia !!!!!!!!!! Un abbraccio a tutti i VERI fans !!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Joe Bavota non è un imitatore, ma è un CANE!! senza offesa per gli animali.. dai, è la quinta essenza della vergogna di Elvis!! io credo in buona fede che sia un fan di Elvis e tutto il resto, ma dovrebbe capire che cercare di imitare Elvis, quindi realizzare un intrattenimento che ricordi la figura di tanto cantante è un discreto peso.. un personaggio di dubbio gusto come questo Bavota (ahahah),non può far altro che imbruttire e ridicolizzare un grande come Elvis!! per fortuna esistono bravissimi imitatori che realizzano delle stupende recite e danno l'illusione di far assistere ad uno show di Elvis Presley, primo su tutti è il bravissimo Ben Portsmouth, davvero davvero bravissimo, questo si che è un imitatore che dona orgoglio alla figura del Re!! con uno come bavota (ahahah), ci viene preso per il culo!! questa è la prova che non è l'abito che fa l'Elvis.. ma poi manco un filo di voce ha.. che schifo..

    RispondiElimina